Proposte formative – Corsi 2021-2022

Sintesi proposte formative dell’Associazione Galileo per il 2021-2022
(indicazione sintetica dei possibili argomenti, della metodologia e dell’organizzazione dei corsi)

Possibili argomenti (2021-2022)

Obbiettivi formativi di tutti i nostri corsi

Le proposte della nostra Associazione riguardano la formazione delle competenze di base per la professionalità docente, ben inseribili nei vari piani di miglioramento delle istituzioni scolastiche, nei progetti di formazione di ambito, negli obbiettivi indicati dal ministero e nella crescita personale come docente. I singoli corsi sono riconosciuti ai sensi della Direttiva 170 del 2016.

Si lavora a migliorare e/o a formare le seguenti competenze professionali:

  • attenzione alla costruzione del buon sé di ciascun alunno
  • attenzione alla costruzione di un buon altri di ciascun alunno
  • attenzione alla costruzione di una solida relazione alunno-docente
  • attenzione alla valutazione formativa di ciascun alunno
  • conoscenza delle caratteristiche dell’apprendimento nell’età evolutiva e delle metodologie didattiche corrispondenti.
  • strategie per la costruzione solida delle competenze tecniche di base della lettura scrittura e calcolo
  • strategie per la costruzione della logica per gli apprendimenti in tutte le discipline
  • uso di una metodologia inclusiva attraverso strumenti come i “curricula” e i “profili”
  • uso delle tecnologie multimediali e informatiche per una didattica efficace

Ci si muove all’interno delle seguenti aree prioritarie indicate dal Ministero

  • autonomia organizzativa e didattica
  • didattica per competenze e innovazione metodologica
  • inclusione e disabilità
  • competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento

Si attestano attività, nei percorsi formativi, miranti a costruire competenze dei docenti suddivise al momento nelle seguenti aree sulla base di quelle predisposte da Indire:

  • area delle competenze relative all’insegnamento (didattica)
  • area delle competenze relative alla partecipazione scolastica (organizzazione)
  • area delle competenze relative alla propria formazione (professionalità).
  • area delle competenze relative alla propria formazione (professionalità).

Organizzazione e metodologia (innovativa)

Ciascuna UF prevede degli incontri (di norma della durata di un terzo rispetto al corso), l’utilizzo della nostra piattaforma per le attività on line, attività in classe o sezione; in questo modo è possibile garantire il monitoraggio attraverso:

  • Questionari personali on line
  • Tracciamento delle attività con elaborazione dati partecipazione
  • Controllo svolgimento delle attività previste

Così è possibile valutare il processo attraverso:

  • Questionario iniziale
  • Relazione finale
  • Interventi nei forum, annotazioni diario di bordo, documentazione attività

La metodologia  formativa (BLEC MODEL AG) è costituita da:

  • Incontri (1/3)
  • Attività di studio e discussione on line
  • Ricerca azione in classe/sezione
  • Documentazione dell’attività svolta in sezione/classe

Il nostro percorso di base utilizza la metodologia che abbiamo messo a punto in questi anni e corrisponde in gran parte a quella definita BLEC MODEL con l’aggiunta di AG (Associazione Galileo) per indicare che abbiamo dei punti specifici, nostri.

In pratica abbiamo le attività tipiche del BLended e cioè un mix fra presenza e on line (un incontro iniziale di inquadramento generale, uno-due incontri operativi sullo specifico del corso, un incontro finale di socializzazione dei risultati), delle E-tivity attività sulla piattaforma e il sostegno di veri e propri Coach, le nostre tutor che hanno competenze specifiche sul tema e quindi possono consigliare a distanza attività, metodologie e quanto possa servire. A questo modello noi abbiamo aggiunto le attività in classe del tipo ricerca azione. Il docente che vuol formarsi legge, ascolta, studia parte del maetriale on line, sceglie una tipologia di intervento in classe, lo sperimenta e documenta nella piattaforma l’attività completa di riflessione personale e di discussione con gli altri corsisti.

C’è, inoltre, un ritorno alla collettività scolastica per nuovi materiali didattici messi a disposizione e creati nel corso delle attività e socializzati in apposito spazio on line.

Nelle attività previste si identificano le competenze professionali messe in gioco e al termine è possibile attestarle (non come conseguite ma come esercitate). A questo scopo abbiamo redatto un quadro di competenze per ciascuna delle aree della professionalità utilizzando quello predisposto da Indire per i docenti neoassunti.

Durata

– 70 giorni (un corso di 25 ore) di apertura della piattaforma a partire dalla prima lezione. Il tempo è tuttavia flessibile e può essere concordato con le corsiste.

– 30-45 giorni di apertura della piattaforma a partire dalla prima lezione per corsi più brevi e monotematici (10-15 ore)

– Anno scolastico (corso da 200 ore o per il master)

Possibili elementi dei corsi in varie combinazioni

  • lezioni in presenza e/o webinar su piattaforma MEET
  • video-lezioni
  • dispense digitali
  • Interazione con tutor
  • consulenze con gli esperti (Prof. Giuntoli, Dott.ssa Chiara Vannucci…)
  • attivazione esperienze didattiche coerenti
  • diario on line
  • forum per discussioni sulle tematiche trattate dai corsi e richiesta di aiuto o consulenze
  • documentazione attività svolte

Direttore dei corsi: Prof. Giuliano Giuntoli, già Università di Firenze

Docenti

  • Prof. Giuliano Giuntoli (in presenza e on line)
  • Dott.ssa Chiara Vannucci (in presenza e on line)
  • Esperti qualificati a seconda dell’argomento del corso

Tutor (interventi con indicazioni operative, consulenza e animazione on line, valutazione attività):

  • Prof.ssa Giuseppina Grandini
  • Docente Paolina Dal Bon
  • Docente Daniela Casotti
  • Docente Maria Rita Marchi
  • Docente Roberta Butelli
  • Docente Stefania Chirico
  • Docente Elena Sardi

Coordinamento

  • Prof. Umberto Bertolini (predisposizione piattaforma, coordinamento dei corsi, monitoraggio e rendicontazione)

Monitoraggio

  • Questionari personali on line
  • Tracciamento delle attività con elaborazione dati partecipazione
  • Svolgimento delle attività previste

Valutazione

  • Questionario iniziale
  • Relazione finale
  • Interventi nei forum e annotazioni diario di bordo
  • Questionario a distanza di tempo

Tracciamento delle attività e delle competenze coinvolte    

       Il Presidente dell’Associazione Galileo

Andrea Faini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.