La relazione scuola-famiglia-territorio

CORSO – La relazione scuola famiglia territorio 2020 (ID SOFIA 52464)
Costo: € 70,00 comprensivo dell’Iscrizione all’Associazione
Carta del docente: Sì

https://bit.ly/corsi21


Un terzo dell’impegno sarà con lezioni in presenza o webinar interattivi, un terzo con studio del materiale on line e un terzo con la sperimentazione in classe e/o nel territorio di un percorso con uso degli strumenti indicati dai tutor.
Nel percorso di formazione ci dovranno essere dei brevi momenti di riflessione personale, di discussione con le altre docenti e di semplice documentazione dell’attività svolta.
Nel corso si trovano video di lezione sugli argomenti, materiale da consultare come esempio per avviare buone procedure in classe/sezione e non solo, strumenti per la riflessione e la discussione.
Il focus è come si possano aiutare i bambini in collaborazione con le famiglie ad acquisire comportamenti e azioni di cittadinanza attiva, sostenere percorsi con soggetti terzi nel territorio, sperimentare nella propria attività un breve percorso a scelta fra quelli proposti.
Obiettivo generale è quello di creare un legame fattivo fra scuola e territorio, in un’ottica di
continuità formativa, per promuovere ed attuare rapporti di conoscenza, rispetto, collaborazione, ma anche valorizzazione reciproca, in quanto fruitori e attori di uno stesso patrimonio culturale e ambientale.
Obiettivi specifici:
● Dotare i docenti di consapevolezza del loro ruolo di costruttori e facilitatori di relazioni fra i
vari soggetti implicati nell’educazione: famiglia , territorio, servizi.
● Presentare ai docenti esempi virtuosi di pratiche condivise avviate .
● Dotare i docenti di percorsi didattici derivanti da buone pratiche
Descrizione delle attività:
● Collaborazione scuola famiglia servizi
● Territorio famiglia scuola
● Proposte per una buona relazione Scuola – Famiglia nella DAD-DID
● Materiale , esempi, proposte per predisporre attività trattate nel corso
● Partecipazione alle discussioni nel forum
Competenze generali della professionalità docente alle quali contribuisce:
● relazionare correttamente con gli alunni
● costruire e usare rubriche di osservazione e monitoraggio sulle competenze di cittadinanza
attiva
● osservare e valutare gli allievi secondo un approccio formativo
● servirsi delle nuove tecnologie per le attività progettuali, organizzative e formative
● curare la propria formazione continua
In particolare
Collaborazione scuola famiglia servizi
Con il progressivo costituirsi di nuclei familiari singoli e della complessità delle realtà sociali si è anche avvertita nel tempo la necessità di un coordinamento dei due soggetti che entrano nel
campo dell’educazione: la famiglia e la scuola. A livello normativo ciò è stato sancito dalla
costituzione degli Organi Collegiali. Ma per educare un bambino “ci vuole un villaggio” : i servizi si pongono come luogo dove questo compito viene sostenuto.
Territorio famiglia scuola
Se vogliamo cambiare la cultura della collaborazione tra scuola, famiglia e territorio è necessario
intraprendere un percorso che si snoda per tutti gli anni scolastici. Per realizzarlo, è possibile
fare dei percorsi ma i veri protagonisti sono gli insegnanti. Possono avvalersi di esperti che
creano eventi ma l’80% lo fanno gli insegnanti accompagnando quotidianamente l’alunno con
quello sguardo che innanzitutto ti comunica “Dai ! che ce la fai”.
Proposte per una buona relazione Scuola – Famiglia nella DAD-DID
Nell’anno della pandemia ci si è trovati a ripensare alla scuola e alla famiglia in termini totalmente nuovi. La prima ha constatato che senza la collaborazione con la seconda non era possibile
mantenere un minimo di relazione con i bambini. Entrambi i soggetti si sono rivelati decisivi per
garantire l’accesso alla comunicazione e favorire l’apprendimento.
Materiale , esempi, proposte per predisporre attività trattate nel corso
Percorso delle buone maniere
Esempio di Patto Educativo IC Vedelago
Esempio di scheda per il Colloquio Iniziale-Infanzia S. Gaetano

Le schede utilizzate con i risultati della prova di alcuni alunni vanno digitalizzate (o la prova stessa)
e inviate nella sezione attività on line attraverso il “compito” con una breve descrizione di quanto il
corsista ritiene opportuno notare.
Nel corso dell’attività va redatto un diario di bordo con le riflessioni e il racconto dell’esperienza.
Anche il diario si trova nella sezione “Attività on line” così come il forum dove partecipare alle
discussioni dei colleghi e/o promuovere temi
Metodologia
Il nostro percorso di base sulla valutazione utilizza la metodologia che abbiamo messo a punto in
questi anni e che corrisponde in parte a quella definita BLEC MODEL.
In pratica abbiamo le attività tipiche del Blended e cioè un mix fra presenza e on line, delle E-ctivity
attività sulla piattaforma e il sostegno di veri e propri Coach, le nostre tutor che hanno competenze
specifiche sul tema e quindi possono consigliare a distanza attività, metodologie e quanto possa
servire. A questo modello noi abbiamo aggiunto le attività in classe del tipo ricerca azione. Il docente
che vuol formarsi legge, ascolta, studia parte del materiale on line, sceglie una tipologia di intervento
in classe, lo sperimenta e documenta nella piattaforma l’attività completa di riflessione personale e
di discussione con gli altri corsisti.
Durata: chi completa il corso (Lezioni in presenza, video-lezioni, dispense digitali, interazione con
tutor, partecipazione discussioni collettive, attivazione esperienze didattiche coerenti,
documentazione attività svolte e diario on line) ha un riconoscimento di 25 ore (8/10 in
presenza/webinar + 15/17 on line e in classe/sezione) di attività di formazione se esegue le attività
minime previste.
Chi intende seguire solo gli incontri in presenza potrà avere le attestazioni delle sole ore seguite.
Periodo di svolgimento: Il corso rimarrà disponibile per 100 giorni a partire dalla prima relazione o
webinar in presenza.
Direttore del corso: Prof. Giuliano Giuntoli, Università di Firenze
Docenti: Dott.ssa Chiara Vannucci
Tutor (interventi con indicazioni operative, consulenza e animazione on line, valutazione attività):
• Prof.ssa Giuseppina Grandini
• Docente Paolina Dal Bon
• Dott.ssa Elena Sardi
• Docente Daniela Casotti
Coordinamento
• Prof. Umberto Bertolini (predisposizione piattaforma, iscrizioni, controllo presenze e
attività degli iscritti, animazione)
Monitoraggio
• Questionari personali on line
• Tracciamento delle attività con elaborazione dati partecipazione
• Svolgimento delle attività previste
Valutazione
• Questionario iniziale
• Relazione finale
• Interventi nei forum e annotazioni diario di bordo
• Questionario a distanza di tempo
Tracciamento delle attività e delle competenze coinvolte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.