Relazione positiva con il docente
Percorso: Indice/Schede didattiche/Le sequenze
Le sequenze
Letture: 1440

NOME: ­­­­­ Sequenze di oggetti o figurine

 

DESCRIZIONE: Materiale miniaturizzato, piccoli oggetti di recupero, figurine

 

DIMENSIONI: Facilmente manipolabili

 

MATERIALIVari

 

OBBIETTIVI: 

Acquisire il concetto di ordine spaziale

Usare i termini linguistici relativi (accanto, prima, dopo, in mezzo...)

Acquisire la capacità di ordinare una serie in senso inverso

Acquisire la capacità di riprodurre una sequenza da un modello più piccolo

 

Riferimenti bibliografici: “Conto e ragiono senza problemi” di J. Bickel- pag. 82-83-84-85

 

USO: 

1) Si preparano due gruppi di 9 gettoni di due colore diversi. Si posiziona il primo gruppo in sequenza lineare e si invita ogni bimbo, a turno a riprodurlo nello stesso ordine, verbalizzando durante la manipolazione.

 

Si propone ai bambini di riprodurre la stessa sequenza in ordine inverso, sempre verbalizzando durante la manipolazione.

 

Si posiziona poi il primo gruppo di oggetti in sequenza lineare orizzontale ed il bimbo dovrà riprodurla in sequenza lineare verticale, prima con lo stesso ordine quindi in ordine inverso.

 

Si aumenta quindi progressivamente il livello di difficoltà aumentando il numero degli attributi: 3 colori, 3 forme, ecc..

 

La stessa attività svolta partendo con i gettoni di due colori si può presentare proponendo ordinamenti sequenziali non lineari senza sequenzialità.

 

Successivamente si può proporre di rappresentare graficamente sul quaderno le sequenze costruite.

 

2) Il gioco della bambola

 

Proposto a pag. 84 del libro citato

 

SEQUENZE RICORRENTI

 

3) Seguire il ritmo con un solo elemento:

 

O O O O

 

OO OO OO OO

 

OOO OOO OOO OOO

 

Seguire il ritmo con più elementi:

 

O O O O

 

OO OO

 

OOOOOO

 

Si chiede di proseguire le sequenze almeno 8 volte

 

Gli stessi giochi possono essere proposti con sequenze

  • ritmico-motorie (es. un passo- un saltello- un passo- ecc.)

  • ritmico uditive (es. suono forte- suono debole-suono forte- ecc. oppure modulando con lunghezze temporali diverse le vocali)

  • motorio-uditive (es. battute: di mani-di piedi-di mani o con semplici sturanti: maracas, tamburelli, campanelli)

APContent ©
Nodo: costruire le intelligenze favorire il ben-essere
[ Privacy - Note Legali - Accessibilita' - Credits - Mappa del Sito - Elenco Siti Tematici]

Associazione Galileo
Via dei Cipressi, 4, Gallicano LU, Italia Gallicano (Lu)

Responsabile Pubblicazione:Umberto Bertolini Email:info@associazionegalileo.org